Loading...

19 luglio 2007

Verbale di Riunione - 10 Luglio 2007

Dal sito del Ministero per lo Sviluppo Economico


Ministero dello Sviluppo Economico

Verbale di Riunione

Vertenza: Unilever –stabilimento di Cagliari

Il giorno 10 luglio 2007, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, è ripreso il confronto tra Unilever e le organizzazioni sindacali a seguito del preannunciato intendimento della società di procedere alla chiusura, con il prossimo 31 dicembre, dello stabilimento per la produzione di gelati di Cagliari.
Alla riunione, presieduta dal Sottosegretario On. Gianni, hanno partecipato il Dott. Ruta dello stesso M.S.E., gli esponenti della Regione Sardegna Assessore Rau e Sig. Spiga, i rappresentanti della società Unilever Sigg. Matteucci, Vitolo e Galeazzi accompagnati dai delegati della Confindustria di Roma, Sigg. Asturri e Marino, e di Cagliari, Sigg. Santoro e D’Atene. Presenti i rappresentanti delle Segreterie Nazionali e Territoriali di FAI-CISL, FLAI-CGIL e UILA-UIL accompagnati dalle rappresentanze aziendali.
L’On. Gianni, con riferimento agli esiti della precedente riunione in cui si era proceduto a sollecitare l’azienda ad una ulteriore verifica al fine di rendere eludibile le decisioni di chiusura dello stabilimento, ha invitato i rappresentanti dell’Unilever a fornire gli esiti dei richiesti approfondimenti.
L’azienda, a tale riguardo, ha comunicato che avendo verificato le condizioni dello specifico mercato, il cui trend si conferma riflessivo e rende sempre più marcate le caratteristiche di sovracapacità produttiva dello stabilimento di Cagliari, nonché l’insussistenza delle condizioni che possano consentire la destinazione del complesso ad altre attività del Gruppo Unilever, ha confermato la decisione di procedere alla chiusura dello stabilimento alla data preannunciata.
L’Assessore Rau, dichiarando che la decisione assunta dall’azienda è inaccettabile per la Regione per i rilevanti effetti occupazionali, ha ribadito la necessità che il problema trovi una sua soluzione attraverso una diversificazione della missione dello stabilimento nell’ambito delle attività di Gruppo.
Analoga posizione hanno espresso le OO.SS. con riferimento a specifici impegni assunti in passato da Unilever sul mantenimento dell’occupazione nell’area.
Da parte loro i rappresentanti della società hanno assicurato che Unilever sta attentamente ricercando nuovi soggetti imprenditoriali che possano assicurare allo stabilimento nuove e maggiori opportunità produttive. A tale riguardo hanno comunicato che trattative sono tuttora in corso la cui conclusione dovrebbe potersi realizzare entro il prossimo mese di settembre, con largo anticipo rispetto alla preannunciata data di arresto delle attività. In tal senso si sono impegnati a rappresentare l’esito di tale iniziative alle OO.SS. ed alle amministrazioni locali una volta che le stesse verranno definite.
I rappresentanti della Confindustria da parte loro hanno voluto confermare la corrispondenza delle iniziative di Unilever agli obiettivi di salvaguardia produttiva ed occupazionale del sito.
Preso atto delle dichiarazioni dell’azienda e della Confindustria, il Sottosegretario ha aggiornato la riunione, impegnandosi a riconvocare il tavolo alla ripresa autunnale a semplice richiesta di una delle parti coinvolte.