Loading...

8 dicembre 2007

COMUNICATO STAMPA:VERTENZA UNILEVER

Assemblea permanente e occupazione della fabbrica.
Questa è la drastica decisione assunta in data odierna dall'assemblea dei lavoratori dello
stabilimento UNILEVER di V.le Marconi a Cagliari.La chiusura della, fabbrica, prevista per la fine di Dicembre è alle porte e il timore è che non ci
siano soluzioni alternative per il proseguo dell'attività produttiva. Cresce l'angoscia tra i
lavoratori che intravedono solo un imminente futuro da disoccupati.
La comunicazione con la quale Unilever ha notificato il provvedimento di licenziamento collettivo è
l'ultimo ed ennesimo atto di arroganza nei confronti dei lavoratori, delle organizzazioni sindacali
che li rappresentano, e di tutto il popolo sardo.
I lavoratori, con questa decisione, hanno deciso di inasprire la lotta e non escludono ulteriori e
più incisive iniziative. Da questa notte oltre cinquanta lavoratrici e lavoratori sono asserragliati
dentro la fabbrica e non hanno ness:una intenzione di uscire senza garanzie per il futuro produttivo,
per il loro lavoro e il sostentamento delle loro famiglie. '
Ci rivolgiamo a'tutti coloro che sono sensibili alle problematiche del lavoro nella nostra regione.
Non bastano le parole di solidarietà, anche se queste aiutano la lotta, ma occorrono atti concreti
soprattutto da parte di chi governa;'La Regione con il suo silenzio in"questa vicenda,'ancora una
volta ha dimostrato la propria impotenza contro l'arroganza di una multinazionale che fa quello vuole
sulla pelle dei sardi.
E' necessario un appoggio concreto da parte delle istituzioni a sostegno della vertenza dei
lavoratori Unilever di Cagliari, sono necessarie e indispensabili iniziative istituzionali che
conducano ad un esito positivo in tempi brevi.
L'appello che lanciamo attraverso questo comunicato ci auguriamo che venga ascoltato e recepito da
tutti coloro che hanno a cuore il lavoro ed il futuro dello sviluppo economico e sociale della nostra regione.


I lavoratori Unilever Cagliari La RSU Le segreterie Territoriali, Fai-Cisl, Fai-Cgil, Uila-Uil